Silenius

La vita musicale di Silenius comincia molto presto, in tenera (si fa per dire) età in cui imbraccia basso e chitarra a 8 anni, in età adolescenziale ha il primo concerto davanti a migliaia di persone nell’ambito hardcore punk dei centri sociali, all’ex Arena dei Furiosi. Suona un basso a cinque corde e ha la capacità di amalgamare tutte le abilità migliori dei componenti della band, prendendo ispirazione persino dalle linee vocali, abilità che in pochi utilizzano. Nella sua gioventù ha lavorato come tecnico del suono e delle luci per molti artisti famosi, tra cui Renzo Arbore e altri vip della musica italiana. Ha una grande passione per il genere da cui proviene, ossia il Nu Metal. Si diletta spesso a suonare la chitarra e contribuisce a creare le intro e le outro melodiche. Ha suonato in parecchi gruppi nu metal e ha spesso suonato in alcune Jam Sessions. Nonostante la sua lontananza dal genere, si è adattato molto bene e ha preso ispirazione da alcune band monolitiche e iconiche del death, in cui il basso ha un ruolo fondamentale. Una band death metal non si può definire completa se non ha un bassista in grado di fare parti di basso robuste, tecniche e consistenti, indi per cui la sua presenza è di fondamentale importanza nonché un grande e potenziale punto di forza del nostro sound. Già dopo poche settimane di militanza all’interno del gruppo, ha imparato facilmente i pezzi più complessi nonostante inizialmente ne fosse timorato, ed è in grado di amalgamare molto bene il lavoro svolto dagli altri musicisti. Diciamo che se gli Evolve Insane fossero un budino, egli sarebbe il gelificante e l’addensante della ricetta, ossia un elemento che, se assente, lascerebbe il composto privo di densità e consistenza. Nessuna ricetta può essere lasciata senza i suoi componenti fondamentali, ed egli è uno di questi.

Scroll Up
Scroll Up